This site uses cookies to provide a better experience. Continuing navigation accept the use of cookies by us OK
ambasciata_lisbona

Comunicato stampa "Remade"

Date:

10/27/2008


Comunicato stampa

Sarà inaugurata il prossimo 31 ottobre, all’interno della struttura del “Museu da Electricidade” di Lisbona,  una grande esposizione internazionale sul design ecologico. L’atto inaugurale sarà presenziato dal Ministro dell’Ambiente e dal Ministro della Cultura della Repubblica del Portogallo e, in rappresentanza dell’Italia, dall’Ambasciatore d’Italia a Lisbona, Luca Del Balzo di Presenzano.
L’esposizione presenterà le creazioni di 49 diversi designer internazionali provenienti da diversi Paesi appartenenti  alla rete “Remade in” (Italia, Portogallo, Argentina, Cile, Francia e Svezia). Nell’arco delle due settimane della manifestazione, inoltre,  saranno previste numerose iniziative collaterali che prevedono conferenze tematiche, workshop dedicati ai bambini e spettacoli musicali.
L’evento di Lisbona rappresenta l’ultima tappa del progetto Remade in, lanciato nel 2004 in Italia con il nome di “Remade in Italy”dall’architetto Marco Capellini con il sostegno del Ministero dell’Ambiente (MATTM) italiano e della Regione Lombardia e finalizzato alla promozione e diffusione delle produzioni di design realizzate a partire da materiali riciclati; il progetto si é poi allargato arrivando a coinvolgere altri Paesi europei (tra cui il Portogallo) ed extra-europei. Per mezzo di detta formula, “Remade in” é riuscito ad imporsi come riferimento mondiale per la diffusione dell’eco-design e dello sviluppo sostenibile, fornendo altresì un effettivo contributo all’implementazione delle politiche ambientali. Esso si impone inoltre come archetipo di una cooperazione concreta e operativa tra Paesi diversi, in particolare nello scenario europeo, e di partenariato tra Enti pubblici e privati, la cui progressiva internazionalizzazione porterà alla diffusione delle tematiche ambientali tra un pubblico sempre più vasto e variegato, che si auspica possa essere sensibilizzato adeguatamente sulla loro importanza per il futuro del nostro pianeta.
L’Ambasciata d’Italia a Lisbona - in contatto sin dal dicembre 2006 con l’arch. Marco Capellini, con il suo collega, basato ad Oporto, arch. Roberto Cremascoli nonché con la Regione Lombardia - ha collaborato attivamente alla realizzazione del progetto in territorio portoghese, sia favorendo la divulgazione dell’iniziativa presso interlocutori istituzionali e imprese locali, sia offrendo il proprio supporto istituzionale alla conclusione di un apposito Protocollo d’Intesa tra il MATTM e la Regione Lombardia da una parte ed il Minsitero e l’Agenzia per l’ambiente portoghesi dall’altra, per lo sviluppo di attività di progetto e informazione per prodotti eco-sostenibili (luglio 2007), offrendo inoltre il proprio patrocinio ai numerosi eventi Remade in e Matrec (iniziativa parallela che consiste nella creazione di una banca dati on-line delle imprese produttrici di materiali a partire da fonti riciclabili) realizzati in Portogallo nel corso di questi ultimi due anni, e che culminano appunto con la summenzionata esposizione presso il Museo dell’Elettricità.


175